Sto* disegnando!!!

Milano, 12 febbraio 2009, h. 16.03

La scorso ottobre sono entrato in Piscina Comunale e me ne sono innamorato.
Una vecchia copisteria che diventa spazio espositivo e che dà la possibilità a giovanissimi di esporre i propri progetti personali e collettivi.
Le pareti scalcinate e piene di scritte fanno la storia e raccontano il percorso di questo posto, nel cuore della fredda Lambrate.
Adriano Pasquali, artista e proprietario dello spazio, da anni svolge l’attività di “promotore di giovani leve”, accogliendo artisti che vogliono misurarsi con uno spazio per la prima volta, fornendo un catalogo in fotocopia e la possibilità di esprimersi.
Il nome, Piscina Comunale, inventato dall’artista Paolo Barrile è simbolo dell’amicizia con Adriano: il calore e la voglia di urlare la propria intima esperienza espositiva, iniziata nell’ottobre del 2003, mi ha suggerito una installazione site specific che in seguito è diventato un work in progress.
Ultimamente il mio lavoro riflette ed analizza il rapporto tra tradizione popolare, ricordo personale e musica contemporanea e per questo progetto mi sono concentrato sulla comunità, l’autoproduzione e il ready made, facendo mia anche l’opera di un altro.
Un gruppo di artisti costruiscono un unico lavoro; l’artista diventa opera di un altro artista creando la propria da inserire in un puzzle, dialogando così con il mio A4.
“STO* DISEGNANDO!!!’” è un’azione che sta avvenendo nel momento, come i disegni che verranno proposti, tutti legati da un unico denominatore: A4, verticale, in bianco e nero ed incorniciato a piacere.
Questa installazione è un punto di vista su un’attitudine, su un’estetica, su una “maniera” del disegnare: il mio lavoro parte spesso da A4 in bianco e nero.
Artisti che si uniscono a me per stile, amore per la musica, street art, illustrazione indipendente, velocità nel gesto e naïf.
Ho scelto il bianco e nero perché mi riporta alla vecchia fotocopia, agli scarabocchi nei bagni dei centri sociali, alle scritte a mano negli articoli delle fanzine H/C anni ‘80/90.
Sì, perché per me questa diventa una comunità che dialoga attraverso la comunione di esperienze che fanno dell’opera unica un mosaico di un “certo tipo” di arte; la loro e la mia e la mia ancora, descritta da me in quanto punk!
“STO* DlSEGNANDO!!!” farà un tour, come una band musicale indie, in vari spazi, spesso non convenzionali, dove l’installazione, messa in valigia, viaggerà con me insieme al catalogo/fanzine del progetto.
“STO* DlSEGNANDO!!!” non è un progetto collettivo né curatoriale, ma un progetto d’artista volto all’unione, alla collettività e all’alleanza, nate dalla comunità e viceversa.

Michael Rotondi

Vai alla mostra